Responsabilità d’impresa

La responsabilità d’impresa è parte integrante del modo di essere impresa e di operare della Vitali che da sempre ha avuto l’obiettivo di coniugare competitività con sostenibilità. È una sfida, un contributo sociale che vede l’azienda impegnata a perseguire crescita, innovazione e risultati, prestando al contempo la massima attenzione alla promozione della qualità della vita, degli standard di lavoro, dei diritti umani, dello sviluppo eco-compatibile, dimostrando capacità di integrazione con le diverse realtà.   Tale responsabilità d’impresa si ritrova nei principi, nelle politiche e nei comportamenti manageriali che caratterizzano l’operato della Vitali, e che sono tesi a valorizzare la creatività e l’innovazione, a favore di una “cultura della sostenibilità“, rafforzando la fiducia da parte di tutti gli stakeholder.  

Responsabilità amministrativa

Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 ha introdotto la disciplina della responsabilità amministrativa delle società. Secondo tale disciplina le società possono avere responsabilità amministrativa, e conseguentemente sanzionate patrimonialmente, in relazione a taluni reati commessi o tentati nell’interesse o a vantaggio della società stessa dagli amministratori o dai dipendenti. Nella adunanza del 11 febbraio 2005 il Consiglio di Amministrazione della Vitali spa. ha approvato il “Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs n. 231 del 2001” e ha istituito l’Organismo di Vigilanza. SCARICA IL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO

Codice etico

Il Codice etico aziendale nasce con l’intento di sancire e divulgare principi e norme di comportamento che Vitali S.p.A. ritiene fondamentali per la propria attività. Il Codice etico aziendale è la ‘Carta Costituzionale’ della Vitali S.p.A., una carta dei diritti e doveri morali che definisce la responsabilità etico – sociale di ogni partecipante all’organizzazione aziendale.
Scarica il codice etico

Sostenibilità

Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 ha introdotto la disciplina della responsabilità amministrativa delle società. Secondo tale disciplina le società possono avere responsabilità amministrativa, e conseguentemente sanzionate patrimonialmente, in relazione a taluni reati commessi o tentati nell’interesse o a vantaggio della società stessa dagli amministratori o dai dipendenti. Nella adunanza del 11 febbraio 2005 il Consiglio di Amministrazione della Vitali spa. ha approvato il “Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs n. 231 del 2001” e ha istituito l’Organismo di Vigilanza.

Politica aziendale

Vitali S.p.A. fonda la propria strategia di crescita sulla convinzione che elementi come l’etica e l’integrità dei comportamenti, l’attenzione verso il cliente, la valorizzazione delle persone, l’innovazione, l’attenzione verso l’ambiente, la sicurezza delle persone ed il profitto siano dei concetti che debbano essere necessariamente integrati tra loro, al fine di creare un rapporto sinergico ed interdipendente di Sostenibilità economica, sociale e ambientale.
Scarica la politica aziendale

Codice condotta fornitori

Per assicurare una sempre maggiore rilevanza ai principi che ispirano la selezione e la valutazione dei propri fornitori, l’azienda Vitali S.p.A. ha emesso un apposito Codice di Condotta dei Fornitori, la cui accettazione è per gli stessi fornitori obbligatoria al fine di poter essere qualificati nell’Albo Fornitori della Società.
Il Codice si applica a qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica, che fornisca attività, beni o servizi a favore della Società e viene emesso allo scopo di garantire che i propri fornitori mettano in atto condizioni di lavoro sicure e che i loro dipendenti siano trattati con rispetto. Anche i loro processi produttivi devono essere responsabili e rispettosi dell’ambiente.
Scarica il codice fornitori